LE STELLE NON DIMENTICANO - Commemorazione della Giornata della Memoria
 
    Stai leggendo il giornale digitale di Convitto Nazionale "G. B. Vico" su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    LE STELLE NON DIMENTICANO

    Commemorazione della Giornata della Memoria

    Per la “Giornata della memoria”, i ragazzi della classe prima sez. C della scuola secondaria di primo grado annessa al “Convitto G. B. Vico” hanno partecipato alla realizzazione di un laboratorio artistico ed esperienziale organizzato dagli insegnanti di Lettere ed Arte Immagine con lo scopo di conciliare il rapporto tra immagine e narrazione, percezione e cognizione. Specificatamente, l’intento del laboratorio è di far comprendere ai giovani discenti come simboli e immagini razzisti influenzino negativamente gli attori sociali di tutta una comunità e come sia importante sviluppare una cultura comune di stigmatizzazione del razzismo e promuovere un ruolo proattivo nel contrastare il razzismo, la xenofobia e le forme di intolleranza correlate. L’insegnante di Storia ha raccontato agli alunni che i simboli dei campi di concentramento nazisti, principalmente colori, lettere, numeri, facevano parte di un sistema semiologico ben definito per l’identificazione dei prigionieri dei lager. Agli ebrei, veniva imposta la Stella a sei punte (o meglio 'Scudo di Davide' secondo la dizione ebraica 'Magen David') che insieme alla Menorah (il tradizionale candelabro a sette bracci) rappresenta la civiltà e la religiosità ebraica ed è un simbolo onnipresente nella vita degli ebrei. Se in tedesco la Stella aveva al suo centro la parola 'Jude' (ebreo), in francese diventava 'Juif' o 'Jood' in olandese o quella usata nelle varie lingue locali. L’insegnante di Arte ha poi spiegato alla classe, che la forma della stella è un esempio dell'esagramma, un simbolo significativo anche per altri popoli. È ottenuta dall'incrocio di due triangoli equilateri (aventi quindi tre angoli uguali di 60° ciascuno) e di eguali dimensioni, uno col vertice rivolto verso l'alto e il secondo col vertice rivolto verso il basso. Tutti gli alunni, divisi in gruppi ed armati di forbici, spillette e molta pazienza, hanno realizzato la propria “stella di Davide” personale che poi hanno indossato per la foto di rito.


    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi